Per un pozzo d'acqua in Africa                                                                                                                                      

PICCOLO LABORATORIO 
Mario Moretti e Riccardo Pirotta
  Teatro
  Angolo dei viaggiatori
  I giovedì culturali

 

 

 

Teatro


Direttore Operativo: Beatrice Rumi
il "Piccolo Laboratorio" della nostra Associazione è composto da nostri soci che dedicano parte del loro tempo libero per realizzare spettacoli teatrali, audiovisivi, quaderni e libri, destinati, soprattutto, ai giovani per stimolare il loro interesse verso popoli di razze, culture e religioni diverse dalla nostra. Gente, con la quale dovremo imparare a convivere negli anni a venire. Noi cerchiamo attraverso questi lavori e, nei limiti delle nostre modeste possibilità, di infondere loro i più sani principi della solidarietà; per un mondo migliore "senza popolazioni dimenticate"; per la pace nel mondo.


IL PRESIDENTE
(Luigi Cairoli)

Negli anni scorsi abbiamo mantenuto in vita il “Laboratorio Teatrale della “Compagnia Instabile del Bassone”, presso la Casa Circondariale di Como.

Lavori teatrali eseguiti nella struttura carceraria:
Non tutti i ladri vengono per nuocere di Dario Fo
La Patente di Luigi Pirandello
Il re muore di Eugène Ionesco
Lettura di frammenti dalle opere di Francois Villon, William Shakespeare, Oscar Wilde e Rudyard Kipling
Un Posto in Paradiso di Mario Rumi, con il contributo dei detenuti della Compagnia Instabile del Bassone di Como.

Spettacoli REALIZZATI DAL NOSTRO PICCOLO LABORATORIO

UN CAMMINO NEL SOGNO
Ideazione e sceneggiatura di Mario Rumi


Da "L'Eco del silenzio" - piccole storie nate tra le mura di un carcere - a cura di Gabriele della Torre e Mario Rumi - (Edizioni Gruppo Abele) il nostro "Piccolo Laboratorio", ha ricavato lo spettacolo teatrale "Un Cammino nel sogno", al quale, partecipano attori della "Compagnia Instabile del Bassone"; della Compagnia di danza "Moving" di Elena Parravicini e Paolo Ceruti e della "Compagnia teatrale Citta di Como" diretta da Alfredo Caprani.

"Ricordavo, presentando una raccolta di poesie del carcere di Busto Arsizio, che gli Indiani, per rendere perpetua e non distratta la loro preghiera, affidano le parole a certi stendardi, detti stendardi di preghiera, perché sono semplici stracci di tela su un'asta, che esposti all'aria, agitati dal vento, secondo gli Indiani, pregano.
Ecco, mi piacerebbe pensare che chi vedrà questo spettacolo, lo accolga in sé come uno stendardo di preghiera : uno stendardo che, piantato brutalmente in una condizione di angoscia, smarrimento e isolamento, quale è quella del momento dell'arresto e della reclusione, comincia ad agitarsi e a sventolare lentamente, anche attraverso la disperazione, l'abbattimento, la rassegnazione alternata alla rabbia, fino a sventolare del tutto in una luce di speranza, attraverso il canto di una parola, affidata alla poesia semplicemente".
Marisa Ferrario Denna
Dal mese di ottobre 1997 al mese di maggio 1998, abbiamo tenuto, in stretta collaborazione con l’Associazione “IL NODO” di Lipomo, un corso di recitazione per ragazzi disabili, concluso con la recita dello spettacolo:

PROVE TEATRALI
Ideazione e sceneggiatura di Mario Rumi

Attori:
un gruppo di ragazzi disabili
Ballerino solista: Paolo Ceruti
Coreografia: Paolo Ceruti
Scenografia: Mario Rumi
Regia: Mario Rumi con l’assistenza di Laura Cirla e Paolo Ceruti
Testi letterali tratti da: Voglio Vivere, Maspero M. Rita – Conti Walter, pubblicazione a favore dell’Associazione ARCA di don Aldo Fortunato, prefazione di Bellosi Francesco, presentazione. Turoldo David Maria.


AMAN, IMAN L’acqua, è la vita


Ideazione di Alfredo de Felice
Ballerino solista: Paolo Ceruti
Corpo di ballo della Compagnia di Danza “Moving”
Coreografia: Elena Parravicini
Scenografia:Heidemarie Bedenknecht
Fotografia: Alfredo de Felice, Mario Rumi
Regia: Mario Rumi con l’assistenza di Elena Parravicini e Alfredo de Felice
Brano musicale ADAGIO di Tommaso Albinoni, arrangiamento di Pietro Vescovi, al violino Francesco Tagliarini. Per gentile concessione dell’Associazione Balletto Classico – Liliana Cosi – Marinel Stefanescu di Reggio Emilia
L’idea di realizzare uno spettacolo teatrale sul tema dell’acqua, quale elemento essenziale di vita, è venuta ad Alfredo de Felice, di ritorno dalla spedizione fatta, con mio padre Mario nei mesi di ottobre e novembre 1998 ad Arawan nel Sahara maliano.
La spedizione, organizzata con Les Cultures di Lecco, aveva lo scopo di controllare lo stato dei lavori del ventinovesimo pozzo d’acqua realizzato in Africa dalla nostra associazione e del plesso scolastico realizzato dal sodalizio lecchese.
Alfredo vuole celebrare l’importanza vitale che i nomadi danno a questo prezioso elemento attraverso: la musica, il canto e la danza che accompagnano in un viaggio fiabesco, le immagini dei luoghi attraversati, dei momenti vissuti attorno ai punti d’acqua e negli accampamenti nomadi, dispersi nei deserti del Sahara.
Beatrice Rumi

AMAN, IMAN, la favola di Adù
Ideazione di Marika Beretta
Attori: Alunni della classe IV C della Scuola Elementare "Martin Luter King" di Cesano Maderno (Milano)
Testo e fotografia: Mario Rumi
Regia: Marika Beretta con l’assistenza di Mario Rumi
Lavoro teatrale dedicato al tema dell'acqua quale bene primario della vita.


Associazione Manuel Rumi Onlus

Via Cadorna 24 22030 Lipomo (Como)
Tel e Fax 031555472
info@manuelrumi.org